Condividi!

Si prospetta una rivoluzione nel settore del Web Marketing in ottica Enoturismo per Cantine e Tour Operators di settore.

Winedering.com è il primo “Tripadvisor delle Cantine” al mondo, startup tutta italiana già citata da Gambero Rosso, Il Fatto QuotidianoRadio Rai 1 e Wine News, ed inserita su Startupbusiness come una delle realtà italiane più promettenti della Wine Economy.

Dopo TripAdvisor, che nel settore della ristorazione e della ospitalità classica ha già da anni tracciato una inesorabile linea di confine, arriva, nel settore enoturistico, la piattaforma Winedering.com, che porta gli stessi principi di Tripadvisor, rodati e funzionanti, nel settore “turismo del vino”.

Pìù dell’80% dei viaggiatori considera le recensioni indispensabili per poter scegliere la propria meta, peccato che, prima di Winedering, i 60.000.000 di Wine Lovers in tutto il mondo non avevano una piattaforma da poter consultare a tale scopo.Proprio per questo motivo nasce Winedering, il nuovo Aggregatore di Cantine e Tour Enogastronomici, che permette ai Wine Lovers di recensire la propria esperienza in cantina.

Cosa non è Winedering?

Una differenza sostanziale tra Winedering ed altre “super potenze” come Vivino o Tripadvisor sta nell’unicità del suo target: Vivino, ad esempio, parla esclusivamente di Vino, mentre Tripadvisor si occupa prevalentemente di Hotel, Ristoranti ed in modo generico di attrazioni turistiche, tra cui, solo in qualche raro caso, le Cantine. Nessuna delle due, dunque, si occupa del settore su cui invece Winedering fonda le sue basi: l’enoturismo.

Winedering.com, che conta già centinaia di cantine iscritte in tutto il mondo e numerose recensioni, mira a diventare, nei prossimi mesi ed anni, il primo ed unico punto di riferimento nel mondo dell’enoturismo a livello internazionale.

Nel mese di Giugno 2017, inoltre, grazie ai primi finanziamenti, Winedering lancerà il suo marketplace interno: cantine e tour operators di tutto il mondo potranno vendere online  le loro attività turistiche, dalle degustazioni alle visite in cantina, fino a pacchetti turistici completi.

L’anello di congiunzione tra “Wine Lovers” e “Cantine”, insomma, sembra sia stato finalmente trovato e, per queste ultime, è giunta l’ora di approfittare di una occasione unica per poter entrare in una piattaforma che, nei prossimi anni, farà certamente parlare di se.