Condividi!

Questo articolo, dal titolo “strano che più strano non si può”, nasce con un duplice scopo:

  • Far capire, a chi non lo ha ancora capito, cosa capisce un consulente SEO (non ho resistito alla contorsione grammaticale, chiedo scusa…)
  • Dare una mano ai dentisti e/o ai cialtroni del “tifaccioarrivareprimosugugol“. Dai, per una volta potrete dire di capirci davvero qualcosa.

NOTA per Consulenti SEO professionisti: il seguito dell’articolo non è una trattazione dettagliata delle tecniche di analisi per la SEO, poiché queste esulano totalmente dal contesto.
Vengono utilizzati, inoltre, solo strumenti gratuiti per dimostrare (parolona) che, almeno a livello “amatoriale”, basta un minimo di buon senso per fare una analisi pre-SEO di livello decente.

Il caso

  • Dentista di 55 anni con studio a Milano desideroso di sfruttare, in qualche modo, il suo nuovo Sito Web (online da 3 mesi)
  • Il soggetto non intende investire in campagne PPC (pubblicità su Google attraverso AdWords, ad esempio)
  • Il soggetto non ama i Social Networks, anzi, li odia.

Siamo già ai limiti della disperazione (più o meno come nel 97% dei casi). Proviamo a mettere le mani sull’ultima risorsa a disposizione: la SEO.

Brainstorming

Nella fase iniziale (brainstorming), il Consulente SEO, sulla base del documento dei requisiti all’interno del quale il dentista ha esposto in dettaglio servizi ed attività svolte, tenta di estrarre questi ultimi associandoli alle parole chiave che, si suppone, possano essere maggiormente utilizzate dagli utenti per ricercare tali servizi o attività su Google.

Al termine della ricerca, figureranno, in modo scontato, parole chiave come “Dentista Milano” “Odontoiatra Milano”  “Dentisti a Milano” ecc…

Analisi della concorrenza

Il cliente, come è normale aspettarsi, desidera posizionarsi in cima ai risultati di ricerca proprio per la parola chiave “Dentista Milano”. Il Consulente SEO, prima di garantirgli in qualche modo un posizionamento adeguato, sarà tenuto a svolgere le seguenti analisi:

  • Volumi di ricerca: quante persone cercano su Google la parola chiave “Dentista Milano”
  • Concorrenza: quante altre pagine web sono indicizzate per quella parola chiave
  • Competitività: quanto sarà difficile battere la concorrenza.

L’immagine sotto (cliccate per ingrandire) mostra un semplicissimo report dell’analisi della parola chiave “Dentista Milano”, dal quale si evince che:

  1. La parola viene cercata circa 1000 volte al mese.
  2. La concorrenza è alta
  3. La difficoltà di posizionamento è medio alta.
  4. Quasi tutte le pagine sono state ottimizzate nel titolo
  5. Poche pagine sono state ottimizzate nella descrizione e nel tag H1 (titolo interno al contenuto)
  6. 4 Pagine, tra cui la prima, sono home pages di domini con al loro interno la parola chiave stessa (dentistamilano.com, milanodentista.it, milanodentista.org, dentistamilano.de)
  7. La media dei Page Rank e delle Page Authority non è altissima.
Analisi SEO - Volumi e Competitività per "Dentista Milano" - Thumb

Analisi SEO – Volumi e Competitività per “Dentista Milano” – Thumb

Risparmiandovi l’analisi dei backlinks e delle pagine interne, possiamo affermare, da subito, che portarsi tra le prime posizioni su Google per la parola chiave “Dentista Milano” sarà, almeno per diversi mesi (forse più di un anno), abbastanza complicato.

A questo punto il lavoro dell’esperto SEO da “49€ tutto incluso” è concluso. Quello del Consulente SEO “vero”, invece, sta soltanto per iniziare. Sarà coinvolto, infatti, in una lunga serie di attività, tra cui la ricerca di parole chiave alternative o “a coda lunga” (bassa competitività e bassa concorrenza), la preparazione di una strategia di backlinking, la compilazione di un calendario editoriale ecc…

Vi starete chiedendo “ok, ma perché nel titolo hai scritto che il Dentista deve insegnare a lavarci i denti? Che diamine c’entra?!”. Ecco, ci stavo arrivando…

Bene, laviamoci i denti….

Il Consulente SEO inizierà a scervellarsi nel tentativo di trovare argomenti originali ed utili associati a parole chiave a bassa concorrenza e bassa competitività.

I meno esperti, a questo punto, si staranno chiedendo di cosa stiamo parlando, del perchè un Consulente SEO dovrebbe occuparsi di tali attività e, soprattutto, a cosa diavolo serve tutto questo. Per approfondire tale discorso stiamo per creare un apposito articolo all’interno del quale tenteremo di spiegare in parole povere (poverissime) cos’è la SEO, perchè è importante e quali attività correlate la rendono funzionante.
Vi daremo conto della pubblicazione dell’articolo tramite facebook, twitter, google plus e linkedin! Iscrivetevi e…stay tuned!

Dopo qualche ora passata a cercare, analizzare e buttare giù idee, si accende la lampadina:

…chissà se qualche dentista ha pensato di insegnare ai propri clienti come lavarsi i denti

Ecco le prime due reazioni istintive, e sottolineo istintive, di ogni Consulente SEO quando, nella sua testa, si accendono “lampadine” simili:

  1. Il web sarà certamente già pieno di articoli, perfettamente ottimizzati, che parlano di questo argomento. La concorrenza sarà spietata…
  2. Cosa dovrebbe fregargliene, ad una persona, di cercare una roba simile sul web. Il volume di ricerca sarà bassissimo…
    (ipotesi comunque sbagliata, scrivere un articolo originale non fa mai male)

Da buon Professionista, il Consulente si lascia trasportare da queste reazioni per non più di 4 o 5 secondi. Una volta rinsavito provvede, seriamente, ad analizzare scientificamente l’idea.

I risultati, come spesso capita, sono “sorprendenti”…

Analisi Parole Chiave per Dentisti

Analisi delle Parole Chiave correlate a bassa concorrenza

Eccoli riassunti:

  • La ricerca, innanzitutto, ha fornito ottimi spunti per l’utilizzo di ulteriori idee per altre parole chiave
  • Tutte le parole chiave risultano avere discreti volumi di ricerca.
  • La concorrenza e la competitività risultano essere basse o nella media per quasi tutte le parole chiave
  • Anche se Google restituisce moltissime pagine legate a questi argomenti, provenienti anche da Siti Web dei big del settore (Colgate, Acquafresh ecc…), pochissime sembrano aver subíto una ottimizzazione interna (titoli, metadescription ecc…) o essere state scritte in modo davvero mirato.
  • Page AuthorityPage Rank medio delle pagine risulta essere particolarmente basso

Ottimo! A questo punto il Consulente SEO, dopo aver riordinato le idee, creerà (o aggiornerà) il piano editoriale del Dentista, consentendogli di focalizzare la propria attenzione sulla scrittura di contenuti mirati e specifici. Al termine di tale operazione, il Consulente SEO ed eventualmente un Copywriter (scelta sempre consigliata), revisioneranno i contenuti prima della effettiva pubblicazione.

Non è tutto oro quello che luccica

I casi sopra esposti, seppur assolutamente realistici (fossi un dentista li userei immediatamente…), sono soggetti a considerazioni generali di cruciale importanza.

  • Il fai da te è sconsigliatissimo. Piano editoriali, analisi e ricerche spettano ai professionisti. Non sono “optionals”, ma necessità. Aver letto questo articolo non vi rende “Consulenti SEO”. Farlo “di professione”, tutti i giorni, per qualche anno, si.
  • Scrivere sembra facile, ma non lo è. Una scrittura piatta, priva di “movimento” e punti di rottura può trasformare un contenuto interessante in uno noioso. Se il vostro budget ve lo permette chiedete sempre l’aiuto di un Copywriter. Potrebbe scrivere i vostri articoli o revisionare quelli da voi prodotti, anche (e soprattutto) in ottica SEO.
  • Tempo e pazienza. Scrivere un articolo, magari anche di successo, non significa che domani mattina il vostro studio sarà assediato da nuovi clienti. Il valore aggiunto delle attività di “content marketing” è quello di potervi rendere “autorità” nel vostro ambito commerciale o professionale, il che ha un valore, nel tempo, di assoluta inestimabilità, nonchè di importanza vitale nell’aumentare, anche a livello tecnico, l’autorità del vostro dominio e/o delle singole pagine (Page Authority).
  • Mix di strategie. SEO e Content Marketing sono “zoppi”, o comunque meno potenti, se non accompagnati da altre strategie di Web Marketing, tra cui una seria campagna di Social Media Marketing o di Pubblicità PPC.
  • Se non sapete curare una carie, estraete i denti sbagliati o dimenticate le anestesie prima degli interventi, non vi servono SEO, SEM, SEA o consulenti esterni, ma un nuovo lavoro.

 

E voi, cari amici Consulenti, quante “lampadine” avete accesso nelle ultime settimane?

Photo Credit: Thomas Hawk via Compfight cc