Condividi!

Questo articolo è dedicato ai meno esperti e a chi si affaccia solo ora al Web. Lo scopo? Fungere da “vaccino” contro l’immensa quantità di cialtroni, pseudo-esperti e smanettoni che ogni giorno insidiano il lavoro di migliaia di professionisti con i loro lavori da “€ 99 tutto compreso”. E’ anche (soprattutto) per colpa loro se tante aziende in crisi non hanno potuto approfittare della forza del web per cambiare il loro destino.

Prima di acquistare un Sito Web DEVI SAPERE CHE…

Il Sito Web Classico, dove per classico intendiamo quello da 4/5 pagine statiche (Home Page, Contatti, Chi Siamo, Dove Siamo, Servizi/Prodotti), dotato di una fantastica sezione “News” aggiornata 2 volte l’anno con contenuti scopiazzati chissà dove, è TOTALMENTE INUTILE.
Puoi fartelo da solo a 99€ o commissionarlo al miglior Web Designer al mondo a 5.000€, ma il risultato sarà sempre lo stesso: ZERO visite, ZERO clienti, ZERO profitti. Fattene una ragione.

Ora, se desideri qualcosa che nel 2013 (e negli anni a venire) abbia qualche possibilità di funzionare davvero, e cioè che porti clienti e profitti, allora devi iniziare DA SUBITO ad uscire dall’ottica del semplice “Sito Web Classico” ed entrare in quella di un ben più elaborato e complesso “PROGETTO WEB“.

Un Progetto Web è l’insieme di quattro componenti fondamentali:

  • Sito Web
  • Promozione con il Web Marketing
  • Monitoraggio
  • Tuning Mensile

Che ci crediate o no, che vi fidiate o no, allo stato attuale delle cose, un PROGETTO WEB funzionante e profittevole NECESSITA DI TUTTI E QUATTRO I COMPONENTI SOPRA ELENCATI. Rinunciare anche ad uno solo di essi aumenta in modo sproporzionato le possibilità di fallimento.

Fino a qualche anno fa, quando la concorrenza sul web non era ancora così elevata, era possibile “farsi notare” anche con un Sito Web pessimo. Bastava far parte di un settore di nicchia, con scarsa concorrenza, ed il gioco era fatto.
Ad oggi è quasi impossibile trovare settori in cui la concorrenza sia ancora così bassa ed anche quando questo accade non ci si può accontentare di un sito web classico. La concorrenza, prima o poi, vi sovrasterà.

Per quanto detto, si rende NECESSARIO affiancare alla Realizzazione di un Sito Web una serie di fasi da compiere prima e dopo la sua pubblicazione. Se per il “dopo” non ci sono dubbi, in qualche caso è il “prima” a lasciare interdetta la maggior parte dei clienti. Facciamo un esempio: una delle migliori strategie di Web Marketing è il cosiddetto “content marketing”, che in sostanza prevede di pubblicare, con una certa frequenza (da 1 volta ogni 15 giorni a più volte la settimana), contenuti originali (guide, tutorial, spiegazioni tecniche, ricerche ecc..) che siano di interesse per lettori particolarmente targetizzati. Tali contenuti vengono pubblicati su di una apposita sezione del proprio sito web (spesso un blog) e condivisi con altri blog o siti di particolare rilevanza al fine di:

  • Generare traffico diretto dai siti esterni verso il proprio sito web
  • Aumentare notevolmente “autorità” e “reputazione” sul web
  • Incrementare il numero di link esterni (fondamentali per il posizionamento sui motori di ricerca)
  • Aumentare le probabilità che i motori di ricerca restituiscano tale pagina in cima alle SERP per parole chiave correlate al contenuto stesso

Tornando al concetto di “Progetto Web”, l’attività di “article marketing” (FASE DI PROMOZIONE), che viene praticamente svolta dopo il lancio di un Sito Web, va pensata e pianificata prima che lo stesso, addirittura, nasca. Perché? Alla base dell’article marketing ci sono alcune considerazioni:

  • Quali servizi, prodotti o attività vanno promossi attraverso tali contenuti?
  • A chi sono destinati tali contenuti? (In Marketing si parla di “Persona’s“)
  • Quali social network, communities o gruppi risultano essere più adatti per le attività di condivisione e viralizzazione?
  • Il cliente sarà in grado di comporre e pubblicare contenuti originali, fluidi e SEO oriented con una certa frequenza e costanza?
  • Il cliente sarà in grado di seguire ed attuare strategie, tattiche e piani di web marketing proposti e preparati dal Consulente per il Web Marketing?
  • Molto altro…

Come potete comprendere, queste considerazioni, molto simili ad uno studio di fattibilità, vanno fatte prima di intraprendere un Progetto Web. Potrà risultarne che non avete competenze, budget, personale o tempo per affrontare un tale sforzo. In quel caso si possono rivedere le linee di progetto o, in tutta onestà, riconoscere di non poterlo seguire e realizzare in modo opportuno.

Se siete giunti a questo punto (ed è già un miracolo) senza istinti suicidi, allora potete proseguire nella lettura degli step necessari alla Realizzazione di un Progetto Web.

 

Step 1 – Analisi dei Requisiti e Progettazione del Sito Web

Brainstorming

Photo Credit: andymangold via Compfight cc

In questa fase si stila un documento testuale, conosciuto come “documento dei requisiti“, all’interno del quale il cliente espone le caratteristiche della sua attività nei minimi dettagli e le richieste funzionali da sviluppare.
Si effettua, poi, l’analisi dei requisiti e, a seguito di un “brainstorming” con il proprio team, si genera una prima idea di architettura del sito web, in termini di contenuti e funzionalità.
Seppur nella fase “embrionale” del progetto, entrano da subito in gioco diverse competenze professionali, tra cui quella di un esperto (interno o esterno al team) in ottimizzazione per il posizionamento nei motori di ricerca, conosciuto anche come SEO expert.
Quando si studia l’architettura del Sito Web, infatti, si crea quella che sarà la “sitemap”, cioè la mappa delle pagine che comporranno il Sito Web. E’ di fondamentale importanza strutturarla correttamente sin dall’inizio, organizzando i contenuti in categorie e tassonomie specifiche ed associando le singole pagine da produrre ad un certo numero di “parole chiave”. La sitemap, nel corso del tempo, viene costantemente aggiornata.

Nota bene:
Molto spesso, già a questo punto, il cliente tende ad avanzare ipotesi del tipo “voglio un form qui, poi un modulo qua, un box giallo sulla prima pagina e un banner in alto a destra…”. Qualora questo accadesse saremo costretti a ricordargli che la sua partecipazione al progetto, seppur di fondamentale importanza, è volta esclusivamente a fornirci il maggior numero di informazioni e dettagli sulla sua attività. Nient’altro. Saremo noi, in base a tutte le nostre esperienze e competenze, a fornirgli, successivamente, la soluzione stilisticamente e tecnicamente più valida affinché il progetto abbia successo.

Step 2 – Design

Esempio di Wireframe - autore Chris Bannister

Esempio di Wireframe – autore Chris Bannister

In questa fase, uno o più Web Designers Professionisti, con l’aiuto di esperti nel campo della User Experience, creano le prime bozze “grafiche” delle pagine che comporranno il Sito Web.

Per Siti Web di livello professionale, cioè fortemente personalizzati, si realizzano dapprima alcuni wireframes nell’ottica di focalizzare l’attenzione su quali contenuti presentare e dove posizionarli, creando così il layout, cioè lo “scheletro”, delle pagine. I wireframes sono utilissimi, inoltre, quando si realizzano siti web di tipo responsive (adatti a smartphone e tablet) poichè consentono di stabilire cosa visualizzare (o non visualizzare) sui diversi dispositivi.

Successivamente si passa alla realizzazione del tema, dove si decide come presentare le pagine in termini di colori, forme, stili, fonts, immagini, pulsanti, link, liste e tanto altro.

Step 3 – Sviluppo

Lo dice il titolo stesso, questo step prevede la trasformazione di tutto ciò che è stato generato nelle fasi di progettazione e design in puro codice. In sostanza, qui prende forma per la prima volta il sito web vero e proprio, cioè l’insieme delle pagine che lo comporranno sotto forma di codice HTML5, CSS3 e Javascript.

Qualora si tratti di un sito dinamico, sarà necessario realizzare anche la parte di codice che andrà, appunto, a comporre la porzione dinamica del sistema, che si occupa di ricevere, elaborare e presentare i dati attraverso, ad esempio, l’interazione tra un linguaggio lato server come PHP e/o un database MySql.
(La rappresentazione qui esposta è volutamente semplificata e non tiene conto di altri linguaggi, piattaforme o frameworks esistenti)

Step 4 – Stesura dei Contenuti

Copywriting

Photo Credit: insane_capture via Compfight cc

Rispettando quanto deciso in fase di stesura della sitemap, si redigono i contenuti.
Nei siti web statici o composti da pochissime pagine (home, chi siamo, servizi/prodotti, la storia, contatti) questa fase viene completata immediatamente, poichè il numero di contenuti da preparare e pubblicare è particolarmente ridotto. La composizione degli stessi, inoltre, viene spesso demandata al cliente che, ad ogni modo, può sempre chiederne la revisione ad un Copywriter professionista ed un esperto SEO.

In Progetti Web di grande rilevanza (quelli a cui bisognerebbe sempre puntare), in cui la progettazione della sitemap è stata eseguita in ottica SEO e seguendo i principi della Awareness Ladder, è possibile dover creare un numero di pagine molto elevato. In questi casi, oltre a dotarsi di un Copywriter professionista, è buona norma sviluppare prima del lancio i contenuti propedeutici alla presentazione dei prodotti e dei servizi e, successivamente, secondo una strategia specifica creata appositamente all’interno di un vero e proprio “piano editoriale”, tutti quelli restanti elencati all’interno della sitemap.

Step 5 – Test e Lancio

Test Ok

Photo Credit: zen via Compfight cc

Prima di pubblicare definitivamente il sito online, si effettua una fase di test per verificare che tutte le funzionalità siano correttamente configurate (form, moduli, widget, script esterni ecc..), che i dati, i contenuti ed link siano corretti e che le pagine del sito web siano visibili adeguatamente sui diversi browser (firefox, chrome, explorer, opera ecc..)

Se i test hanno esito positivo, si esegue la fase di lancio del Sito Web, trasferendo file e database all’interno del sistema di hosting e sul dominio scelto per il cliente.
Una volta lanciato, il sito è raggiungibile da un url specifico (www.tuodominio.xyz) e, dopo qualche giorno o settimana, sarà visibile anche sui motori di ricerca, dietro opportune operazioni di indicizzazione, tra cui l’invio della sitemap ai motori di ricerca stessi.

In questa fase si effettuano anche le operazioni di configurazione dei sistemi di backup, degli account email, dei sistemi di sicurezza e monitoraggio.

Step 6 – Promozione, Web Marketing

Promozione e MarketingSiamo giunti allo step CRUCIALE, quello che distingue un Sito Web Classico ed inutile da un Progetto Web Moderno e Funzionante. La crucialità di questo step è proporzionale, purtroppo, alla frequenza con la quale viene ignorato o sottovalutato.
I casi, arrivati a questo punto, infatti, sono sempre 2:

  1. L’agenzia web, pur di vendere il sito, non comunica al cliente il fatto che, una volta lanciato, il suo sito web sarà invisibile e totalmente inutile.
    Solo dopo qualche mese il cliente si accorgerà del problema.
  2. L’agenzia comunica subito al cliente l’importanza di avvalersi di una Strategia di Web Marketing che affianchi il sito web. Il cliente vede nell’agenzia il “nemico” di turno, un soggetto che sta tentando di raggirarlo facendo leva sulla sua ignoranza in materia e sulla paura che, davvero, il suo sito web, una volta ultimato, sarà poco più utile di un vaso di fiori a centro tavola. Il cliente, quindi, si rifiuta di seguire il consiglio e, anche qui, solo dopo qualche mese si accorgerà del problema.

Nella nostra Agenzia Web, come in tante altre di grande rilevanza, seguiamo sempre e solo il 2° caso, semplicemente perché riteniamo sia meglio un cliente in meno piuttosto che uno in più ma “insoddisfatto”.

Ci piacerebbe spiegarvi qui, in pochissime righe, come si sviluppa una strategia di Web Marketing ma, fidatevi, è davvero impossibile. Possiamo solo anticiparvi che si dirama attraverso una varietà di strade, studiate ogni volta in modo diverso in base al cliente, alla sua nicchia ed alle sue potenzialità in termini di budget, tempi e competenze. In qualche caso è conveniente l’ipotesi della Consulenza in altri quella della Gestione Integrata. Facciamo due esempi chiarificatori:

  1. Per il Social Media Marketing può essere adottato un rapporto di Consulenza. Il professionista “forma” il cliente affinché riesca da solo a gestire post, interazioni, commenti e tutte le altre attività legate ai social network, consegnandogli un piano editoriale e delle linee guida da seguire (cosa pubblicare, dove, come e quando).
    In questi casi il Consulente opera dapprima come Guida ed Insegnante, in seguito come Revisore e Controllore. In questo modo si alleviano, per il cliente, i costi di gestione della Campagna di Social Media Marketing mantenendo, allo stesso tempo, qualità ed efficacia.
  2. Campagne PPC su Google AdWords. In questi casi la Gestione Integrata è di assoluta importanza. Non ci sono competenze specifiche che il cliente può adoperare o apprendere in breve tempo tramite scarne linee guida. E’ fondamentale l’esperienza e la conoscenza della piattaforma e di tutte le sue tecniche avanzate, possibile solo ad esperti del settore.

Step 7 – Monitoraggio e Tuning

Analisi e Monitoraggio

Le attività di Monitoraggio e Tuning, seppur diverse, vanno spesso a braccetto. Con frequenza mensile, od anche maggiore per progetti web complessi e delicati, si monitorano i dati di accesso al sito, i flussi comportamentali e l’andamento dei cosiddetti KPI (Key Performance Indicators) che sono, in sostanza, indicatori associati agli obiettivi del nostro Progetto Web: contatti, richieste di preventivo, nuovi followers, acquisti, presenza sui motori di ricerca ecc…

Le attività di monitoraggio e di analisi consentono, poi, di stilare una lista di criticità e punti di forza che di volta in volta, rispettivamente, dovranno essere migliorati e rafforzati attraverso le attività di Tuning, nient’altro che “Aggiustamenti”, da apportare al Sito, alle singole Pagine o alle Strategie di Promozione originariamente previste.

Conclusione

Ognuno, in Democrazia, è libero di agire come meglio crede, su questo non vi sono dubbi. E’ altrettanto vero, però, che qualità, competenze e lavoro pagano sempre.

Per questo lasciamo a voi la scelta di affidare LA VOSTRA IMMAGINE SUL WEB, un mondo che conta circa 2.405.518.376 utenti (tanto per ricordarvi che non sono proprio pochi), al classico “cugino dell’amico di vostro zio”, pagando pochi spiccioli convinti che tanto, alla fine, funzionerà. Siete liberi di farlo, ma sappiate che fallirete. Pesantemente.

Se non volete perdere per sempre il treno del web puntate in alto, puntate alla qualità ed alla professionalità, puntate ad un Progetto Web.

Photo Credit: h.koppdelaney via Compfight cc